9 maggio: il ruolo decisivo dell’URSS nella vittoria contro il nazismo

Immagine risultati di ricerca "вторая мировая война союзники германии"

Con il tempo e un buon lavoro di manipolazione di massa, la coscienza collettiva ha abilmente “corretto” e riscritto la storia. Secondo una recente indagine svolta in Europa e negli Stati Uniti, il 15% degli intervistati ritiene che l’Unione Sovietica ha giocato un ruolo decisivo nella vittoria contro il nazismo, mentre circa il 50% ritiene che questo ruolo è stato degli Stati Uniti…
La negazione della storia
Il 15% degli intervistati riconosce il ruolo chiave svolto dall’URSS nella vittoria contro la Germania nazista e i suoi alleati. E sarebbe bene ricordare che questi alleati della Germania sono stati molti: Giappone, Italia, Ungheria, Finlandia, Albania, Slovacchia, Croazia, Romania, Bulgaria, Taïlande, la Iraq. Non vanno dimenticati gli eserciti e i regimi collaborazionisti di Vichy: Francia, Iran, Spagna, San Marino; l’Esercito Russo di Liberazione (russkaya osvoboditelnaya armya) e l’Esercito Ucraino di Liberazione (Ukrainskaya osvoboditelnaya armya) costituiti dai nazisti nei territori occupati e prigionieri. La lista completa del blocco nazista in fase di espansione nel corso del tempo è visibile  qui . La si trova una gran parte dei paesi che compongono l’Unione europea di oggi.
Questi 15% sono distribuiti in modo diversifée . Ad esempio, una grande rottura tra la Germania Est non c’è (55%), la Germania Ovest (16%) e Berlino (35%) in riconoscimento del ruolo chiave svolto dall’URSS. Questo quadro di riferimento mostra chiaramente i danni causati dalla propaganda antlantista dalla fine della guerra, che oggi porta ad un totale ignoranza di ciò che è accaduto poi.
La scuola e l’evoluzione dell’insegnamento della storia giocano un ruolo importante (vedi la nostra pubblicazione qui ), ma anche l’invasione del cinema americano e le serie TV sui nostri schermi. Oggi vediamo la storia riconsiderata da Hollywood. E questo è logico, Hollywood non è quello che deve ricordare i fatti: questa enorme macchina di produzione della coscienza sociale è lì per plasmare l’opinione pubblica “nella giusta direzione” .
La guerra in figure 
L’Unione Sovietica ha perso 26 milioni 600 mila uomini, tra soldati e civili. Ben 34,476,700 di uomini hanno partecipato ai combattimenti. Sono stati distrutti oltre 1 710 città, più di 70 000 villaggi, oltre 32.000 fabbriche etc.
Per quanto riguarda la Germania, dal giugno 1941 al luglio 1945 6,5 milioni di persone sono stati uccisi o feriti o scomparsi. Nella sola estate 1941, quando l’Unione Sovietica entrò in guerra, la Germania ha perso 742.000 soldati, mentre dal 1939, quando si combattè contro la Polonia, Francia, Inghilterra, Belgio, Olanda , Danimarca e i paesi baltici, aveva perso “solo” 418,805 soldati.
Da parte loro, gil  Stati Uniti  hanno mobilitato   16,112,566 soldati, ci sono stati  405.399 morti,  652.000 feriti e  140.000 dispersi.
I civili colpiti per paese:

  • URSS: 1.576.0000
  • Germania: 2,47 milioni
  • Francia: 412.000
  • Inghilterra: 92.673
  • Stati Uniti: 3.000

Ora alcuni numeri per valutare l’aspetto tecnico (quantità di armi usate dai paesi, in migliaia):

aveva serbatoi pistole
Stati Uniti d’America 296,1 86.5 253 110 artiglieria
Inghilterra 102.6 25.1 113,8 48,3 artiglieria
Germania 104 65.1 174,5 82 artiglieria
URSS 120 90 360 300 artiglieria
Perdite finanziarie:
paese Perdite finanziarie (miliardi di dollari.)
U RSS 610
U SA 341
A ngleterre 150
F rancia
A ermania 230
I talia 50
J Apan 100
altri paesi 350
totale 2000
E per finire il ruolo decisivo assegnato alla US Army nella vittoria contro la Germania nazista, ricordando che se il  Stati Uniti  entrarono in guerra nel Pacifico nel dicembre 1941, sono intervenuti sul fronte europeo solo nel giugno del 1944, quando l’esercito sovietico ha riguadagnato il  controllo di buona parte dei territori occupati dai nazisti . Gli Stati Uniti non potevano, per ovvi motivi politici, lasciare che l’Armata Rossa liberasse l’Europa da sola, perdendo in tal modo tutti i guadagni finanziari e politici se si fossero  ritirati da questa guerra .
Sul territorio europeo, l’esercito americano è intervenuto in Francia (in particolare nella Normandia), Italia, Germania, Olanda, Belgio e Lussemburgo.
Ricordate anche che l’esercito sovietico da solo ha  rilasciato  oltre il 50% del territorio dei paesi europei, ovviamente senza contare la parte europea del suo territorio, che corrisponde al rilascio di oltre 120 milioni di persone di 16 paesi attualmente indipendenti. Per il rilascio di altri sei paesi, l’Armata Rossa è intervenuta in collaborazione con gli alleati. E ‘quindi meglio comprendere il motivo per cui, nonostante gli sforzi del governo ucraino di evitare questo, gli eventi  in programma il 9 maggio a Kiev per celebrare la vittoria su nazismo, vedranno  i parenti sfilare con i ritratti dei combattenti sovietici caduti…
(tradotto dal francese. Fonte originale http://russiepolitics.blogspot.com/2016/05/le-9-mai-et-le-role-decisif-de-lurss.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+RussiePolitics+%28Russie+politics%29
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s